Schema di divinazione del bivio

E’ meglio cambiare lavoro o rimanere dove sono? Quale è la casa migliore da acquistare tra quelle che ho visto? A cosa vado incontro se scelgo l’opzione A invece che B?  Se ti trovi di fronte a domande simili ti viene in aiuto un chiaro e semplice metodo: lo schema di divinazione del bivio.

Questa disposizione serve in tutte quelle situazioni nelle quali è richiesta una scelta tra 2 (o più) opzioni. Permette di vedere quali saranno i possibili sviluppi in una direzione oppure nell’altra. Cosa importante da tenere a mente: la disposizione del bivio non dice quale opzione scegliere (il libero arbitrio è sempre presente, e la scelta va compiuta dal consultante sulla base delle caratteristiche che emergono dal giro), ma indica in che modo si svilupperanno le strade nel caso si scegliesse una via oppure l’altra.

Utilizzo: valutare a cosa si va incontro scegliendo una opzione piuttosto che un’altra; valutare tra più opportunità di cui se ne deve scegliere una.

Tipo di carte: Tarocchi, Sibille, Carte Napoletane

Numero di carte: 7 (nel caso ci fossero solo 2 ipotesi da vagliare)

Difficoltà: media.

Procedimento

Mischiare il mazzo e spaccare; prima di disporre le carte, decidere quale opzione sarà posizionata nella colonna a sinistra, e quale troverà posto a destra. Questa scelta è totalmente indifferente, ma una volta definite le posizioni, queste rimarranno valide per l’intera durata della lettura.

Per fare un esempio concreto, se fossi in dubbio se accettare l’invito a cena di un amico (opzione A) o se uscire con un gruppo di amici (opzione B), quello da fare è definire se la colonna 2-3-4 è rappresentante dell’opzione A o B.

Compiuta la scelta, disporre le carte nel seguente modo (i numeri indicano l’ordine di stesa):

schema di divinazione del bivio

N.B.: se le opzioni non fossero solo due ma fossero più numerose, stendere tante colonne da 3 carte ciascuna quante sono le opzioni in gioco (continuando quindi con 8-9-10; 11-12-13; etc…).

Carta 1: descrive l’atteggiamento generale del consultante. Al di là delle possibili scelte, è la sua idea in merito all’argomento trattato; gli eventuali suoi dubbi, cosa si attende dalla situazione, come vive la scelta da dover fare.

Carte 2-3-4: rappresentano lo sviluppo dell’opzione A, nel caso in cui si decidesse di attuarla. Può indicare anche eventuali persone coinvolte, le loro reazioni, etc…

Carte 5-6-7: rappresentano lo sviluppo dell’opzione B, nel caso in cui si decidesse di attuarla. Può indicare anche eventuali persone coinvolte, le loro reazioni, etc…

Possibile ulteriore sviluppo dello schema di divinazione del bivio

Volendo, in aggiunta al passaggio sopra descritto, puoi rendere la lettura ancora più approfondita interpretando le carte anche in riga:

Carte 2-5: rappresentano l’aspetto razionale. Indicano le basi logiche e i ragionamenti strutturati su cui poggiano le varie scelte (nell’esempio, la carta 2 per l’opzione A, la carta 5 per la scelta B).

Carte 3-6: descrivono le emozioni, i lati inconsci (e magari non del tutto chiari ed evidenti) che fanno da base alle scelte da valutare.

Carte 4-7: sono le influenze esterne, intese sia come persone quanto come energie nel senso più ampio del termine.

Torna alla pagina degli schemi di lettura


Lascia una risposta